//
giurisprudenza

Violazione degli obblighi di assistenza familiare (art. 570 c.p.)

L’imputato deve essere assolto dal reato p. e p. dall’art. 570 c.p. con la formula perché il fatto non sussiste quando il Giudice del merito accerti “una obiettiva ed incolpevole incapacità economica del soggetto obbligato”.

Si legga sul punto la sentenza della Cassazione pen. Sez. VI, (ud. 10.05.2011) 11.07.2011, n. 27051.

Del resto analoghe considerazioni erano state svolte dalla mesedima Sezione della Corte di Cassazione in altra sentenza poco antecedente a quella sopra segnalata.

Si legge nella sentenza della Cassazione pen. Sez. VI, (ud. 11.03.2011) 12.07.2011, n. 27117 che: “Sull’imputato grava, infatti, l’onere di allegare idonei e convincenti dati rappresentativi della concreta e totale impossibilità di far fronte ai propri obblighi”.

L’imputato che dimostri che la mancata corresponsione delle somme dovute vada attribuita ad una indisponibilità persistente, oggettiva ed incolpevole di introiti sufficienti a soddisfare le proprie “esigenze minime di vita” va pertanto assolto.

Annunci

Informazioni su Avvocato Michele Pansera

Avvocato penalista. Ordine degli Avvocati di Catania.

Discussione

I commenti sono chiusi.

ESONERO DI RESPONSABILITA’

Il presente blog non costituisce e non va considerato una testata giornalistica e non è sottoposto alle leggi sull'editoria. (L. n. 62 del 7 marzo 2001).
Esso si propone di consentire al pubblico un più ampio accesso all'informazione giuridica. Pur desiderando offrire un'informazione aggiornata e precisa è impossibile, stante lo strumento utilizzato, fornire la garanzia che un documento disponibile in linea riproduca esattamente il testo adottato ufficialmente ovvero una norma di legge attualmente in vigore. Pertanto, non si assume, nè si sostiene, nè si accetta alcuna responsabilità e/o garanzia, implicita od esplicita, per possibili problemi derivanti dall'utilizzazione del presente blog o dei siti esterni ad esso collegati e/o danni, diretti od indiretti, anche relativi a perdite di profitti. Così come non si garantisce la completezza delle informazioni nè il costante aggiornamento dei contenuti. In ogni caso le informazioni presenti nel Blog non rivestono attività di consulenza legale e non possono ad essa essere assimilate.
Il presente blog ha solo carattere informativo nel pieno rispetto della Delibera del Consiglio Nazionale Forense del 17/07/99 e degli artt. 17 e 17bis del Codice Deontologico.
Il sito contiene informazioni inerenti l’attività professionale svolta in conformità al codice deontologico forense secondo le regole di correttezza, verità, riservatezza e segretezza.
Il lettore del sito accetta integralmente l'esonero di responsabilità con la consultazione del blog. Responsabile del blog è l'Avvocato Michele Pansera, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Catania.
Questo sito funziona grazie a WordPress.

Annunci